Vuoi essere aggiornato sulle nostre iniziative? Iscriviti alla nostra News Letter

Udos Minori

Offerta Sociale Area Minori

Area Minori

Le Unità d’Offerta Sociali (UDOS) nell’Area Minori sono:

  • Centro Aggregazione Giovanile
  • Comunità Educativa
  • Comunità Educativa Genitore e Figli
  • Comunità Familiare
  • Alloggi per l’autonomia di tipo educativo
  • Alloggi per l’autonomia Genitore e figli
  • Servizio Educativo Diurno
  • Centro Ricreativo Diurno

A seguito dell’entrata in vigore della D.G.R. 2857/2020 “Evoluzione della rete di unità d’offerta per minori in difficoltà”, si è venuto a comporre un nuovo quadro delle Unità d’Offerta Sociale (UDOS).

In particolare la D.G.R. interviene su quelle che sono le Unità d’Offerta Sociale rivolte ai minori in difficoltà creando nuove tipologie d’offerta e modificandone altre.

Novità introdotte dalla D.G.R. 2857/2020 “Evoluzione della rete di unità d’offerta per minori in difficoltà”

CENTRO AGGREGAZIONE GIOVANILE (CAG)

Il centro di aggregazione giovanile è una unità di offerta per la generalità dei giovani. Esso ha lo scopo di offrire un’ampia gamma di opportunità di impegno e di utilizzo del tempo libero, la possibilità di usufruire di iniziative aventi contenuti formativi e socializzanti allo scopo di favorire un corretto sviluppo psico-fisico e di attuare un intervento di prevenzione nei confronti della devianza giovanile.

Documentazione per la presentazione della CPE:

  • Modello di CPE da compilare su carta intestata dell’Ente (con allegati)
  • Elenco della documentazione necessaria ad attestare il possesso dei requisiti di esercizio (da custodire presso la sede dell’Udos CAG)
  • Autocertificazione titolo di studio
  • Elenco Personale struttura diurna
  • Elenco Utenti struttura diurna
  • Scheda riepilogo Requisiti CAG

DOWNLOAD CPE CAG

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

COMUNITA' EDUCATIVA (COMED)

La Comunità Educativa è una struttura di accoglienza, pubblica o privata, con finalità educative e sociali assicurate in forma continuativa attraverso personale qualificato. Può svolgere anche funzioni di pronto intervento o essere destinata esclusivamente a tipologie omogenee di utenza (es. comunità educativa di pronto intervento, ecc.). Offrono interventi sociali ed educativi individualizzati, finalizzati anche alla «riscoperta» delle relazioni con i familiari laddove e per quanto possibile.

Documentazione per la presentazione della CPE:

  • Modello di CPE da compilare su carta intestata dell’Ente (con allegati)
  • Elenco della documentazione necessaria ad attestare il possesso dei requisiti di esercizio (da custodire presso la sede dell’Udos Comunità Educativa)
  • Autocertificazione titolo di studio
  • Elenco Personale struttura diurna
  • Elenco Utenti struttura diurna
  • Scheda riepilogo Requisiti Comunità Educativa

DOWNLOAD CPE COMUNITA' EDUCATIVA

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

  • D.G.R. n. 20762/2005 Definizione dei requisiti minimi strutturali e organizzativi per l’autorizzazione al funzionamento dei servizi sociali di accoglienza residenziale per minori
  • D.G.R. n. 20943/2005 Definizione dei criteri per l’accreditamento dei servizi sociali per la prima infanzia, dei servizi sociali di accoglienza residenziale per minori e dei servizi sociali per persone disabili
  • Circ. reg. n. 18 del 14/06/2007 Indirizzi regionali in materia di formazione/aggiornamento degli operatori socio-educativi ai fini dell’accreditamento delle strutture sociali per minori e disabili

COMUNITA' EDUCATIVA GENITORI FIGLI

Un’ultima tipologia di UDOS identificata dalla D.G.R. n. 2857/2020 è COMUNITÀ EDUCATIVA GENITORE E FIGLI che va a sostituire ed includere la precedente tipologia “Comunità educativa” tipologia “mamma bambino”.
È una struttura di accoglienza rivolta a nuclei monoparentali composti da genitore (o altre figure parentali comprese mamme in gravidanza anche minorenni) con figli. Ha finalità educative, sociali e di promozione del benessere del nucleo, assicurate in forma continuativa attraverso personale qualificato.
Può svolgere anche funzioni di pronto intervento o essere anche rivolta all’accoglienza di tipologie di utenza particolare (genitore vittime di maltrattamento con figli,..). Può avere fino a 12 posti.

Documentazione per la presentazione della CPE:

  • Modello di CPE da compilare su carta intestata dell’Ente (con allegati)
  • Autocertificazione titolo di studio
  • Elenco Personale struttura diurna
  • Elenco Utenti struttura diurna
  • Scheda riepilogo Requisiti Comunità Educativa Genitori Figli

DOWNLOAD CPE COMUNITA' EDUCATIVA GENITORI FIGLI

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

COMUNITA' FAMIGLIARE

La Comunità Familiare è una struttura di accoglienza con finalità educative e sociali, realizzata senza fini di lucro da una famiglia presso la propria abitazione. Può svolgere anche funzioni di pronto intervento o essere destinata esclusivamente a tipologie omogenee di utenza (es. comunità familiare di pronto intervento, mamma – bambino ecc.). Offre interventi sociali ed educativi individualizzati, finalizzati anche alla «riscoperta» delle relazioni con i familiari laddove e per quanto possibile.

Documentazione per la presentazione della CPE:

  • Modello di CPE da compilare su carta intestata dell’Ente (con allegati)
  • Elenco della documentazione necessaria ad attestare il possesso dei requisiti di esercizio (da custodire presso la sede dell’Udos Comunità Famigliare)
  • Autocertificazione titolo di studio
  • Elenco Personale struttura diurna
  • Elenco Utenti struttura diurna
  • Scheda riepilogo Requisiti Comunità Famigliare

DOWNLOAD CPE COMUNITA' FAMIGLIARE

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

  • D.G.R. n. 20762/2005 Definizione dei requisiti minimi strutturali e organizzativi per l’autorizzazione al funzionamento dei servizi sociali di accoglienza residenziale per minori
  • D.G.R. n. 20943/2005 Definizione dei criteri per l’accreditamento dei servizi sociali per la prima infanzia, dei servizi sociali di accoglienza residenziale per minori e dei servizi sociali per persone disabili
  • Circ. reg. n. 18 del 14/06/2007 Indirizzi regionali in materia di formazione/aggiornamento degli operatori socio-educativi ai fini dell’accreditamento delle strutture sociali per minori e disabili

ALLOGGIO AUTONOMIA

A seguito dell’entrata in vigore della D.G.R. 2857/2020 “Evoluzione della rete di unità d’offerta per minori in difficoltà”, si è venuto a comporre un nuovo quadro delle Unità d’Offerta Sociale (UDOS). In particolare la D.G.R. interviene su quelle che sono le Unità d’Offerta Sociale rivolte ai minori in difficoltà creando nuove tipologie d’offerta e modificandone altre.

In particolare la tipologia Alloggio per l’Autonomia non esisterà più, ma vengono create due UDOS:

  • ALLOGGIO PER L’AUTONOMIA DI TIPO EDUCATIVO
  • ALLOGGIO PER L’AUTONOMIA PER GENITORE E FIGLI

L’Alloggio per l’autonomia di tipo educativo è una nuova tipologia di UDOS destinata ad accogliere e a fornire supporto educativo a giovani dai 17 ai 21 anni (con possibilità di accogliere fino ai 25 anni in presenza di particolari esigenze educative debitamente ponderate, valutate e autorizzate) che presentano caratteristiche di personalità che non consentono loro di poter risiedere in Comunità educativa (o in famiglia affidataria), o che, appartenenti alla categoria dei “care leavers” abbiano bisogno di soluzioni educative che privilegino l’accompagnamento verso l’autonomia accanto alla tutela.
Sono abitazioni che garantiscano a giovani maggiorenni e/o minorenni in condizioni particolari di fruire di un percorso di sostegno all’acquisizione di autonomia in ambienti di vita autonoma, in modo personalizzato pur all’interno di un contesto di tutela.

Documentazione per la presentazione della CPE:

  • Modello di CPE da compilare su carta intestata dell’Ente (con allegati)
  • Elenco della documentazione necessaria ad attestare il possesso dei requisiti di esercizio (da custodire presso la sede dell’Udos Alloggio Autonomia di tipo educativo)
  • Autocertificazione titolo di studio
  • Elenco Personale struttura diurna
  • Elenco Utenti struttura diurna
  • Scheda riepilogo Requisiti Alloggio Autonomia di tipo educativo

DOWNLOAD CPE ALLOGGIO AUTONOMIA DI TIPO EDUCATIVO

L’Alloggio per l’autonomia genitore e figli è destinato alla realizzazione di percorsi di avvio all’autonomia o di semi-autonomia in contesto abitativo protetto, destinata anche a più nuclei, per genitore (o altro familiare) con figli, disposto da Servizi Sociali/Unità Tutela Minori/Tribunale per i Minorenni, per i quali è necessario un accompagnamento socio educativo o un presidio socio educativo diurno per il raggiungimento
dell’autonomia.
Sono abitazioni che garantiscano un contesto protetto per genitore con figli con le seguenti finalità:

  • Percorsi di semi-autonomia in contesto protetto per un genitore (o altro familiare) con figli: abitazione destinata anche a più nuclei di genitore (o altro familiare) con figli, indicato da Servizi Sociali/Unità Tutela Minori/Tribunale per i Minorenni, per i quali è ancora necessario un cospicuo presidio socio educativo diurno per il raggiungimento dell’autonomia
  • Percorsi di avvio all’autonomia per nuclei di un genitore (o altro familiare) con figli, indicato da Servizi Sociali/Unità Tutela Minori/Tribunale per i Minorenni: abitazioni destinate a genitore (o altro familiare) con figli, per i quali è necessario un accompagnamento socio educativo.

Documentazione per la presentazione della CPE:

  • Modello di CPE da compilare su carta intestata dell’Ente (con allegati)
  • Elenco della documentazione necessaria ad attestare il possesso dei requisiti di esercizio (da custodire presso la sede dell’Udos Alloggio Autonomia genitorie e figli)
  • Autocertificazione titolo di studio
  • Elenco Personale struttura diurna
  • Elenco Utenti struttura diurna
  • Scheda riepilogo Requisiti Alloggio Autonomia genitore e figli

DOWNLOAD CPE ALLOGGIO AUTONOMIA GENITORE FIGLI

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

SERVIZIO EDUCATIVO DIURNO

A seguito dell’entrata in vigore della D.G.R. 2857/2020 “Evoluzione della rete di unità d’offerta per minori in difficoltà”, si è venuto a comporre un nuovo quadro delle Unità d’Offerta Sociale (UDOS). In particolare la D.G.R. interviene su quelle che sono le Unità d’Offerta Sociale rivolte ai minori in difficoltà creando nuove tipologie d’offerta e modificandone altre.

Il Servizio Educativo Diurno si articola nelle tipologie:

  • Comunità Educative Diurne
  • Centri Educativi Diurni

Entrambe si rivolgono alla medesima utenza e rispondono alle medesime “Definizioni” e “Finalità”, pur caratterizzandosi diversamente rispetto all’equilibrio tra le funzioni di “protezione” e di “prevenzione”.

Le due tipologie invece differiscono nei requisiti strutturali e organizzativo gestionali.

Documentazione per la presentazione della CPE:

  • Modello di CPE da compilare su carta intestata dell’Ente (con allegati)
  • Elenco della documentazione necessaria ad attestare il possesso dei requisiti di esercizio (da custodire presso la sede dell’Udos Servizio Educativo Diurno)
  • Autocertificazione titolo di studio
  • Elenco Personale struttura diurna
  • Elenco Utenti struttura diurna
  • Scheda riepilogo Requisiti Servizio Educativo Diurno

DOWNLOAD CPE SERVIZIO EDUCATIVO DIURNO

CENTRO RICREATIVO DIURNO

Il Centro ricreativo diurno (CRD) per minori è una Unità d’Offerta sociale, pubblica o privata anche realizzata presso luoghi di lavoro che, attraverso una puntuale progettazione svolge, nell’ambito delle funzioni educative rivolte ai minori, attività ricreative, di tempo libero e di socializzazione per minori che nel periodo di chiusura delle attività scolastiche permangono nel proprio luogo di residenza.

Documentazione per la presentazione della CPE:

  • Modello di CPE da compilare su carta intestata dell’Ente (con allegati)
  • Elenco della documentazione necessaria ad attestare il possesso dei requisiti di esercizio (da custodire presso la sede dell’Udos Centro Ricreativo Diurno)
  • Autocertificazione titolo di studio
  • Elenco Personale struttura diurna
  • Elenco Utenti struttura diurna
  • Scheda riepilogo Requisiti Centro Ricreativo Diurno

DOWNLOAD CPE CENTRO RICREATIVO DIURNO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

  • D.G.R. n. 11496/2010 Definizione dei requisiti minimi di esercizio dell’unità di offerta sociale “Centro Ricreativo Diurno per Minori”

COMUNICAZIONE VARIAZIONI UDOS

Per le Unità d’Offerta Sociali già operative: è necessario comunicare eventuali variazioni (es. modifiche del rappresentante legale, della capienza, della tipologia, etc.; trasferimento in altra sede e chiusura per fine attività).

Nella sezione “Unità d’Offerta Sociali” è possibile scaricare la modulistica: cliccare