Vuoi essere aggiornato sulle nostre iniziative? Iscriviti alla nostra News Letter

Blog

Iniziative

Proroga del bando contributo affitto per genitori separati/divorziati e della misura sperimentale a favore di orfani di femminicidio e orfani di crimini domestici

Proroga del bando contributo affitto per genitori separati/divorziati e della misura sperimentale a favore di orfani di femminicidio e orfani di crimini domestici

Con Decreto n. 17673 del 17/12/2021, Regione Lombardia ha prorogato la scadenza del Bando a sostegno dei genitori separati/divorziati al 31/12/2022 e con D.d.u.o. n. 18689 del 28/12/2021 la misura sperimentale a favore di orfani di femminicidio e di crimini domestici al 30/06/2022.

La misura consiste in un contributo economico per l’abbattimento del canone di locazione attiva fino al 30/06/2021, salvo proroghe.

A seguito di nuove disposizioni Regionali (DGR 4079 del 21/12/2020 e decreto n. 16471 del 24/12/2020 e decreto n. 704 del 27/01/2021), a far data dal 05/01/2021 sono entrate in vigore le seguenti modifiche dei requisiti dei destinatari e delle caratteristiche dell’agevolazione:

  • i destinatari sono genitori con stato civile separato/divorziato, con separazione avvenuta nei 2 anni precedenti la data di presentazione della domanda. E’ necessario indicare nell’autocertificazione la data della sentenza di separazione.
  • il destinatario della misura, tenuto conto delle difficoltà sociali ed economiche causate dal perdurare dell’emergenza Covid-19, potrà presentare domanda di contributo per accedere alla presente misura per due annualità.
  • Il destinatario della misura può beneficiare di un contributo economico sul canone annuo di locazione di immobili adibiti a propria abitazione e/o per l’emergenza abitativa.

Rimangono validi gli altri requisiti e le modalità, di seguito elencati.

Possono accedere al contributo i coniugi con stato civile di separato/divorziato, con separazione avvenuta nei 2 anni precedenti che soddisfano i seguenti requisiti:

  1. con figli nati o adottati nel corso del matrimonio, minori o maggiorenni solo se in carico ai genitori, e disabili minori o maggiorenni in carico ai genitori;
  2. residenti in Lombardia da 5 anni;
  3. con ISEE in corso di validità inferiore o uguale a € 30.000,00;
  4. intestatari di un contratto di locazione regolarmente registrato o di un contratto provvisorio per emergenza abitativa (es. residence, housing o altra tipologia di alloggio);
  5. assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà ALER o dei Comuni, ad esclusione di chi risulti moroso nei pagamenti dovuti per la locazione e/o di chi ha beneficiato di contributi regionali per morosità incolpevole;
  6. che non abbiano riportato condanne con sentenze passate in giudicato per reati contro la persona, tra cui gli atti persecutori di cui al decreto legge 23 febbraio 2009, n. 38, nonché per i delitti di cui agli articoli 570 e 572 del codice penale.

A favore dei genitori separati o divorziati in situazione di grave marginalità è previsto un contributo economico aggiuntivo, finalizzato alla realizzazione di un progetto personalizzato di accompagnamento e di inclusione sociale.

L’ammontare del contributo è pari al 40% della spesa sostenuta:

  • fino ad un massimo di € 2.500,00 nel caso di canone calmierato/concordato;
  • sino ad un massimo di € 3.500,00 per l’emergenza abitativa o nel caso di canone a prezzo di mercato.

Per ulteriori informazioni, per la presentazione della domanda (tramite piattaforma Bandi online) si rimanda al sito di Regione Lombardia.

Write a Comment