Fondo Sociale Regionale

FSR annualità 2022

Fondo Sociale Regionale

FSR

Il Fondo Sociale Regionale (F.S.R.) è un contributo economico finalizzato al cofinanziamento delle unità d’offerta sociali, dei servizi e degli interventi afferenti alle Aree Minori e Famiglia, Anziani e Disabili già funzionanti sul territorio distrettuale, ponendo particolare attenzione ai bisogni della persona con la sua famiglia e alle situazioni caratterizzate da specifiche fragilità socio-economiche. Il Fondo Sociale Regionale assegnato è destinato al finanziamento delle attività per l’anno in corso.

FSR: RISORSE ECONOMICHE
La ripartizione del Fondo Sociale Regionale avviene mediante l’assegnazione in forma indistinta delle risorse per Ambito Distrettuale su base annuale e comporta, da parte dell’Assemblea dei Sindaci, la definizione dei criteri di utilizzo delle stesse, approvati coerentemente alle indicazioni regionali e agli obiettivi, alle priorità e agli interventi individuati nel Piano di Zona.
FSR: SERVIZI AMMESSI
Per accedere ai contributi del Fondo Sociale Regionale, le unità d’offerta sociali devono essere:

  • tra quelle già individuate dalla Giunta Regionale ai sensi della DGR 23 aprile 2018 n. XI/45 e successive delibere regionali di definizione delle ulteriori unità d’offerta;
  • in regolare esercizio nell’anno in corso (in possesso dell’autorizzazione al funzionamento oppure, ai sensi della L.R. 3/2008, avere trasmesso al Comune sede dell’unità d’offerta/Azienda Sociale Cremonese la Comunicazione Preventiva per l’Esercizio – CPE).

Tali unità d’offerta sociali dovranno, inoltre, essere presenti nel gestionale AFAM con un proprio codice CUDES assegnato a seguito della registrazione da parte dell’Ufficio di Piano /Azienda Sociale Cremonese.

Il Fondo Sociale Regionale assegnato non può essere destinato alle unità d’offerta sociali sperimentali.

Si richiamano brevemente le unità d’offerta della rete sociale regionale che possono essere sostenute dal Fondo Sociale Regionale:

AREA MINORI E FAMIGLIA

  • Affidi: Affido di minori in Comunità o a famiglie
  • ADM – Assistenza Domiciliare Minori
  • AN – Asilo Nido
  • MICROAN – Micronido / nido aziendale
  • NF – Nido Famiglia
  • PRINF – Centro Prima Infanzia
  • CRD – Centro Ricreativo Diurno
  • CAG – Centro di Aggregazione Giovanile
  • CAM – Comunità Educativa Minori
  • CAMF – Comunità Familiare
  • AA – Alloggio per l’Autonomia
  • Servizio educativo diurno (Centro educativo diurno e Comunità Educativa diurna)

AREA DISABILI

  • SADH – Servizi di Assistenza Domiciliare
  • SFA – Servizio di Formazione all’Autonomia disabili
  • CSE – Centro Socio Educativo
  • CAH – Comunità Alloggio Disabili

AREA ANZIANI

  • SAD – Servizi di Assistenza Domiciliare
  • CDA – Centro Diurno Anziani
  • APA – Alloggio Protetto Anziani
  • CASA – Comunità Alloggio Sociale per Anziani

FSR: MODALITA' DI ACCESSO

Tutti i soggetti interessati a richiedere l’assegnazione del contributo del Fondo Sociale Regionale  dovranno presentare:

  • istanza di contributo debitamente compilata e sottoscritta, a pena di esclusione;
  • scheda di rilevazione specifica per servizio debitamente compilata e sottoscritta;
  • schede domiciliari (SAD, SADH e ADM) – SOLO PER GLI ENTI LOCALI
  • schede minori e inserimenti in comunità – SOLO PER GLI ENTI LOCALI
  • Copia della Carta d’Identità del Legale Rappresentante

Per gli enti gestori di unità d’offerta residenziale per minori: la richiesta di contributo deve essere corredata dalla dichiarazione del legale rappresentante dell’Ente Gestore in cui si attesta di aver inserito nel gestionale regionale “Minori in comunità (Minori Web) i dati riferiti ai minori accolti, in modo completo e nei tempi indicati da Regione Lombardia.

La documentazione debitamente compilata, firmata e timbrata, dovrà pervenire via PEC all’indirizzo aziendasocialecr@pec.it

FSR: VALUTAZIONE E PIANO DI RIPARTO

Successivamente alla chiusura dei termini di presentazione delle istanze e verificate completezza e correttezza, l’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito Distrettuale di Cremona definisce ed approva i criteri di riparto ed il Piano di assegnazione del Fondo Sociale Regionale 2022 per area di intervento e tipologia di unità d’offerta, secondo le indicazioni regionali, sulla base del fabbisogno rilevato e della programmazione sociale di Ambito.

È facoltà dell’Ambito con decisione dell’Assemblea dei Sindaci riservare una quota fino al massimo del 5% delle risorse disponibili come fondo di riequilibrio e riserva e una quota nella misura massima del 10% a sostegno di ulteriori interventi, preferibilmente volti all’inclusione sociale e socio economica.

In fase di redazione del Piano di assegnazione verranno esplicitate le motivazioni a supporto dell’eventuale esclusione di determinate unità di offerta dal contributo del Fondo sociale Regionale.

Si sottolinea che a partire dalla presente assegnazione del fondo in oggetto, l’Ambito distrettuale cremonese nella fase di assegnazione del contributo alle unità di offerta si porrà attenzione all’entità dell’importo assegnato, evitando parcellizzazioni o “distribuzioni a pioggia” che determinino contributi non coerenti con i costi di gestione delle unità di offerta.

A tal fine, si indica la quota minima di contributo a ciascuna unità di offerta sociale pari a € 300,00 al di sotto della quale non è possibile riconoscere il contributo, come espressamente indicato da Regione Lombardia.

FSR: COMUNICAZIONE ESITI VALUTAZIONE
Tutte le informazioni sull’esito della valutazione delle domande di accesso al Fondo Sociale Regionale saranno pubblicate esclusivamente nella sezione “Bandi e Avvisi” del sito istituzionale di Azienda Sociale Cremonese.

Di seguito è possibile visualizzare e scaricare gli Avvisi e la modulistica necessaria per accedere al Fondo Sociale Regionale e i Piani di Riparto annuali delle risorse economiche.

INFORMAZIONI E SUPPORTO

DAVIDE VAIRANI - Ricevimento su appuntamento in orario di ufficio
Tel. 0372 020171