UDOS SOCIALI: CHE COSA

In Lombardia, la risposta ai bisogni di assistenza delle persone e delle famiglie è fornita da un sistema integrato di servizi, di prestazioni, anche di sostegno economico, e di strutture territoriali, domiciliari, diurne e residenziali, nel rispetto del principio della libertà di scelta.

Tutto il sistema, con la rete di unità che forniscono prestazioni sociali – da qui in poi chiamate “unità di offerta sociali” o “UDOS” – è disciplinato dalla legge regionale 3/2008“Governo della rete degli interventi e dei servizi alla persona in ambito sociale e sociosanitario”.

Le unità d’offerta sociali operano nell’ambito della programmazione regionale e locale e nel rispetto di regole che definiscono i requisiti per il loro esercizio.

Le unità di offerta sociali sono differenti per utenza e per tipologia di servizio.

La legge contempla la possibilità che soggetti pubblici e privati possano svolgere attività sociali, mediante l’attivazione di servizi, anche sperimentali, che non sono inseriti nella rete delle unità d’offerta sociale della Lombardia, purché ciò avvenga nel rispetto delle normative in vigore (Decreto della Direzione Generale Famiglia e Solidarietà Sociale n. 1254/2010).

Le tipologie di strutture rientranti in questa categoria sono quelle normate da Regione Lombardia con specifici atti (Delibere di Giunta Regionale, Decreti del Consiglio Regionale) ed attualmente sono:

  • Nido d’Infanzia
  • Micronido
  • Centro Prima Infanzia
  • Nido in Famiglia
  • Centro Aggregazione Giovanile (CAG)
  • Comunità Alloggio Disabili
  • Servizio di Formazione all’Autonomia per Persone Disabili (SFA)
  • Centro Socio Educativo (CSE)
  • Centro Diurno Anziani
  • Alloggi Protetti Anziani
  • Comunità Alloggio Sociale Anziani (CASA)
  • Comunità Educativa
  • Comunità Familiare
  • Alloggio per l’Autonomia
  • Centro Ricreativo Diurno per Minori

I Gestori che intendono avviare una delle Unità d’Offerta sopra riportate devono presentare la Comunicazione Preventiva di Esercizio (CPE).

Gli interessati ad avviare un’unità di offerta nel Distretto Cremonese devono presentare la CPE – Comunicazione Preventiva d’esercizio (corredata dalla documentazione prevista), direttamente ad Azienda Sociale Cremonese, Sportello UdOS, Via Sant’Antonio del Fuoco n. 9/A – 260100 Cremona.

Una sola copia della CPE, esclusa la documentazione allegata, deve essere inoltrata anche al Comune di ubicazione dell’unità di offerta e all’ATS della Val Padana, Servizio Accreditamenti e Controlli Sociosanitari, Via San Sebastiano, 14/a – 26100 Cremona.

La normativa e la modulistica sono disponibili nella relativa sezione del sito.

ACCEDI ALLE SINGOLE SEZIONI


Per informazioni

Davide Vairani

Tel. 0372 803430 (centralino)
Tel. 0372 020171 (diretto)
Email:
unitaoffertasociali@aziendasocialecr.it
d.vairani@aziendasocialecr.it
Si riceve solo previo appuntamento

Azienda Sociale Cremonese a.s.c.

Via Sant'Antonio del Fuoco, 9/A - 26100 CREMONA