Unità di offerta sociale e normativa di riferimento

UNITA' DI OFFERTA SOCIALE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO

In Lombardia, la risposta ai bisogni di assistenza delle persone e delle famiglie è fornita da un sistema integrato di servizi, di prestazioni, anche di sostegno economico, e di strutture territoriali, domiciliari, diurne e residenziali, nel rispetto del principio della libertà di scelta.

Tutto il sistema, con la rete di unità che forniscono prestazioni sociali – da qui in poi chiamate “unità di offerta sociali” (UdoS) – è disciplinato dalla legge regionale 3/2008 – “Governo della rete degli interventi e dei servizi alla persona in ambito sociale e sociosanitario”.

Le unità d’offerta sociali operano nell’ambito della programmazione regionale e locale e nel rispetto di regole che definiscono i requisiti per il loro esercizio.

Le unità di offerta sociali sono differenti per utenza e per tipologia di servizio.

Cosa sono

Le Unità di offerta sociale sono l’insieme delle strutture – territoriali, domiciliari, diurne e residenziali – che vanno a costituire il sistema della rete dei servizi sociali-assistenziali del territorio.

Si presentano di seguito le unità di offerta, come indicato da Regione Lombardia a partire dalla legge regionale 3/2008 – Governo della rete; per ciascuna unità di offerta viene fornita una breve presentazione e la normativa di riferimento.

Area minori

Area disabilità

Area anziani

I Gestori che intendono avviare una delle Unità d’Offerta sopra riportate devono presentare la Comunicazione Preventiva di Esercizio (CPE).

Gli interessati ad avviare un’unità di offerta nel Distretto Cremonese devono presentare la CPE – Comunicazione Preventiva d’esercizio (corredata dalla documentazione prevista), direttamente ad Azienda Sociale Cremonese, Sportello UdOS, Via Sant’Antonio del Fuoco n. 9/A – 260100 Cremona

Una sola copia della CPE, esclusa la documentazione allegata, deve essere inoltrata anche al Comune di ubicazione dell’unità di offerta e all’ATS della Val Padana, Servizio Accreditamenti e Controlli Sociosanitari, Via San Sebastiano, 14/a – 26100 Cremona.

Riferimenti normativi:

  1. Legge Regionale 12 marzo 2008 , n. 3 – Governo della rete degli interventi e dei servizi alla persona in ambito sociale e sociosanitario

  2. Delibera 7437 del 13 giugno 2008 – Determinazione in ordine all’individuazione delle unità di offerta sociali ai sensi dell’articolo 4 comma 2 della l.r. 3/2008

  3. Delibera 7438 del 13 giugno 2008 – Determinazione in ordine all’individuazione delle unità di offerta sociosanitarie ai sensi dell’articolo 5 comma 2 della l.r. 3/2008

  4. Decreto 1254 del 15 febbraio 2010 Allegato A) – Prime indicazioni operative in ordine a esercizio e accreditamento delle unità d’offerta sociali

Contatti

Lo Sportello per la CPE e Udos è rivolto alle persone fisiche o agli enti che intendono aprire un’Unità di offerta sociale e agli enti gestori di Unità d’offerta sociali, situati nei Comuni dell’Ambito Territoriale Cremonese.

Sportello per la CPE e UdoS
Azienda Sociale Cremonese – azienda speciale consortile
Via Sant’Antonio del Fuoco, 9 – 26100 Cremona
Referente: Davide Vairani
Tel: 0372 020171
Mail: unitaoffertasociali@aziendasocialecr.it
Pec: aziendasocialecr@pec.it

I colloqui con gli enti gestori vengono effettuati su appuntamento.

Via Sant’Antonio del Fuoco, 9 – 26100 CREMONA


Azienda Sociale Cremonese a.s.c.

Via Sant'Antonio del Fuoco, 9/A - 26100 CREMONA