“Gioco Sapiens 2.0”

"Gioco Sapiens 2.0"

percorso di formazione

"Gioco Sapiens 2.0": percorso di formazione sul fenomeno del gioco d’azzardo per capirne le caratteristiche, le sue dinamiche e le implicazioni.

L'iniziativa aperta a tutti rientra in un percorso che ha visto l'attivazione di uno Sportello informativo e di orientamento sul disturbo da gioco d'azzardo per offrire consulenza e informazioni rispetto alla dipendenza da gioco e ai servizi del territorio a cui rivolgersi.

E' situato presso il POIS (Porta Informativa dei Servizi Sociali - Porta Unitaria di Accesso) del Comune di Cremona (corso Vittorio Emanuele II, 42 - piano terra).

È aperto, a settimane alterne, sino a mercoledì 18 dicembre prossimo, nei seguenti giorni e orari: 30 ottobre dalle ore 14 alle 15.30, il 20 novembre dalle 14 alle 15.30, il 4 dicembre sempre dalle 14 alle 15.30 e infine il 18 dicembre ancora dalle 14 alle 15.30.

Lo Sportello è a disposizione di tutti i cittadini e gli operatori dei servizi che vengono a contatto con i problemi legati al disturbo da gioco d’azzardo ed è gestito grazie alla presenza del personale specializzato del Servizio Dipendenze dell'ASST di Cremona.

E’ questa una delle attività realizzate nell'ambito delle progettualità per gli enti locali finanziate da ATS Val Padana.

Il Comune di Cremona, per dare continuità alle azioni avviate con il progetto denominato Gioco Sapiens, si è attivato per creare una nuova rete di partner pubblici e privati con competenze ed esperienze consolidate. Questi gli obiettivi sui quali si è lavorato: rendere più sistematico l'accesso a strumenti informativi e formativi, fare in modo che vi sia una maggiore uniformità negli approcci e un coordinamento ancora più efficace degli interventi, nonché rafforzare le competenze degli operatori e la qualità dei servizi. La rete di partner coinvolti ha così formulato la proposta progettuale Gioco Sapiens 2.0.

“Il progetto, che ha ottenuto un finanziamento di 27mila euro, intende dare continuità alle attività già messe in campo con Gioco Sapiens, in particolare intende proseguire la sensibilizzazione e l'informazione a partire dal target giovanile e sostenere le azioni di supporto a coloro che si trovano in condizione di dipendenza e ai loro familiari, nonché intensificare la copertura territoriale delle iniziative di prevenzione del gioco d'azzardo patologico”, spiega l’Assessore alle Politiche sociali e della fragilità del Comune di Cremona Rosita Viola.

La rete attivata, di cui il Comune di Cremona è capofila, è molto ampia e questo consente di poter agire in modo coordinato sul territorio.

I partner effettivi sono l'Azienda Sociale Cremonese, la Cooperativa Sociale di Bessimo, COSPER Società Cooperativa Sociale Impresa Sociale, Servizi per l’Accoglienza Società Cooperativa Onlus, il Consultorio UCIPEM Cremona e l’Associazione di Solidarietà La Zolla Onlus.

A questi si aggiungono i seguenti partner associati: Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Cremona, CGIL - Camera Territoriale del Lavoro di Cremona, UST CISL Asse del Po Cremona Mantova, CST UIL Cremona – Mantova, Forum Territoriale del Terzo Settore - Cremona e Cremonese, Confcooperative Cremona, AUSER Insieme Città di Cremona e CSV Lombardia Sud.